This site uses cookies, including third parties. To continue, you must accept our policy by clicking on "Yes, I accept".

Patrizia Catellani

Catellani Bertolotti_convivio_VP_2014_copertinaCatellani, P. & Bertolotti, M. (2014).
In F. Botturi & R. Zoboli (Eds.),
Attraverso il convivio. Cibo e alimentazione tra bisogni e culture,
Vita & Pensiero, Milano,
pp. 101-114.

Che rapporti ci sono tra il cibo che mangiamo, i nostri valori e la nostra identità? Per rispondere a questa domanda in questo capitolo analizziamo anzitutto le relazioni ci sono tra i valori delle persone e le loro scelte alimentari. Scopriamo così che esiste una correlazione significativa tra consumo di carne e di verdura e l’importanza attribuita ad alcuni valori. In particolare, chi mangia spesso la carne dà molta importanza, o più importanza degli altri, ai valori del potere e del successo; chi, al contrario, mangia molta verdura dà molta importanza ai valori della benevolenza e dell’universalismo. Analizziamo quindi più in dettaglio le motivazioni che sono alla base delle scelte alimentari, motivazioni legate alla salute, di natura etica, di natura sociale e infine quelle di tipo ambientale. Ci soffermiamo in particolare sulle motivazioni che inducono le persone a limitare il consumo di carne. Motivazioni legate tra l’altro a diverse convinzioni, ad esempio quelle relative alla capacità mentali degli animali. Da ultimo esaminiamo come le diverse motivazioni alla base delle scelte alimentari possono evolvere e variare nel tempo.